Buongiorno Comete,
la settimana è incominciata e con essa, anche la solita routine.

sve.gif
Come l’odiata sveglia del lunedì mattina…

Con routine non intendo solo: lavoro, scuola, figli (per chi li ha), pulizie; ma parlo anche della routine o come piace chiamarla a me, “coccola”, che tutti dovremmo dedicarci.
Vi ho già parlato della skincare routine, proprio QUI. , ma oggi parliamo di un’altra coccola che fa bene a noi ed alla nostra pelle: le maschere.

the mask
Chiaro esempio di una maschera per il viso.. 😉

Non parliamo di maschere di carnevale né del famoso film “The Mask”, ma parliamo di questa “coccola” a cui io ho dato un acronimo: RRM, ovvero, Relax Routine Mask.

“Ma, Cometa, dai gli acronimi invece che i numeri?”
Probabilmente si; la marketers che è in me sta prendendo il sopravvento!

La skincare routine e la relax routine mask non sono né la stessa cosa né alternative, ma semmai potremmo dire che entrambe apportano benefici e che entrambe si compensano.
Anyway, qual è la routine perfetta per quanto riguarda le maschere?
Gli step da tener in conto sono tre: Purificare, Idratare ed Illuminare.

But, Why?
Sulla nostra pelle si deposita di tutto e di più, quindi è importante fare una pulizia del viso almeno una volta alla settimana.
Ovviamente questi step non sono idonei per tutti i tipi di pelle ed inoltre non hanno validità assoluta. Per esempio, per una pelle secca, utilizzare prodotti purificanti potrebbero peggiorare la situazione, quindi i benefici variano molto se i prodotti sono idonei o meno per la nostra pelle.

Il mondo delle maschere è un mondo magico ed immenso; ci sono diversi tipi di maschere: da quelle cremose a quelle in tessuto, le quali stanno diventando una vera e propria moda!

1442237337_11849136_975384129184333_605539441_n
Un po’ come queste 🙂

Le maschere inoltre possono essere acquistate e qui possiamo scegliere tra le miriadi di prodotti oppure possono essere fatte in casa. Io preferisco la prima modalità perché non mi piace mettermi a pacioccare con gli ingredienti dato che sono una pasticciona ai fornelli.

Ma bando alla ciance, descriviamo questi tre step.

Ah no, aspettate…

Captain-Picard-Facepalm
Mi sto dimenticando qualcosa..

Prima di iniziare gli step è necessario:

  • essere struccati;
  • aprire i pori, esponendo il viso al calore;
  • detergere la pelle in modo che essa sia pulita.

Dopo di che è consigliato esfoliare la pelle, per rimuovere le cellule morte.
Detto questo, possiamo partire con i tre step che dovrete ripetere nella vostra mente come un mantra.


PURIFICARE

Step importante soprattutto per le pelli grasse e miste, che spesso si lucidano nella zona T.

crema-viso-bio-pelle-mista
Zona T: fronte, naso e mento.

Gli ingredienti tipici per purificare il viso sono: argilla, thè verde, limone, cetriolo.
Per purificare il viso, il mio alleato contro i punti neri, i brufoli ed il grassume è la Mint Julep Masque della Queen Helene (io la tengo su dai 5 ai 10 min).
Di solito le maschere purificanti non vanno tenute su per troppo tempo, questo perché la maschera, soprattutto se cremosa, andrà a seccarsi e potrebbe tirare; il fatto che tiri il viso non è un buon segno.
Quindi occhio, ascoltate la vostra pelle.

photo_2017-10-16_23-17-01.jpg
Maschere Purificanti

IDRATARE

E’ importante idratare il viso per qualunque tipologia di pelle, soprattutto se si ha utilizzato una maschera purificante aggressiva sul viso; questo step serve per donare idratazione ed elasticità alla pelle. Qui gli ingredienti tipici sono: miele, aloe, melograno.

photo_2017-10-16_23-17-13
Maschere idratanti

ILLUMINARE

In conclusione, per gli incarnati spenti, è utile utilizzare una maschera illuminante per rendere il viso, luminoso e radioso. Le maschere illuminanti, di solito, hanno ingredienti come il pomodoro, riso, avocado o limone.

photo_2017-10-16_23-17-19
Maschere illuminanti

Ma la maschera va stesa in tutto il viso?
Il consiglio che viene dato è quello di utilizzare le varie maschere solo per quelle parti del viso che ne necessitano.

Per esempio la maschera purificante va stesa sulla zona T, ma non sulle guance, le quali di solito sono leggermente secche nelle pelli miste. Quindi, volendo, potrete stendere sul viso diverse tipologie di maschere nello stesso momento.

1503834646_Multimasking-tre-motivi-per-amarlo-920x574
Cosa che si può fare solo con le maschere cremose 🙂

L’intero procedimento porta via un’oretta tra: metti, risciacqua e togli; inoltre vi ricordo che appena avrete finito lo step “illuminare”, dovrete passare il tonico per far sì che i pori si chiudano e successivamente utilizzare una crema viso idratante.

Per oggi è tutto Comete, spero che l’articolo sia stato di vostro gradimento ed inoltre vi invito a mandarmi le vostre fotuzze mentre fate la vostra routine di maschere, taggandomi su Instagram con l’hastag #mortadellemascherelle.

Buon Martedì 😉

La Cometa di Harley

Advertisements
Posted by:lacometadiharley

3 replies on “Dammi tre parole: purificare, idratare, illuminare!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s