Buongiorno Comete,
siamo finalmente arrivati a venerdì e questo significa solo una cosa: WEEKEND.

DeE1X.gif
Chi è già pronto a far baldoria?

Ma prima di salutarvi, vi lascio con questa Pillolina di Sapere che mi sta molto a cuore.
Essere Italiani, ma nello specifico essere cittadini, significa non solo saper parlare la lingua del posto o essere nati su quel suolo, significa soprattutto sapere l’essenziale sul nostro Stato e su come funziona questa grande macchina.
Insomma, sapere un minimo della Costituzione del proprio Paese è di fondamentale importanza. Questo ci protegge da eventuali fake news e da affermazioni errate da parte di politici o persone che di Costituzione sanno tipo zero elevato all’infinito (per chi se lo stesse chiedendo fa sempre zero).

ao.gif
Evitiamo di fare i calcoli il venerdì!

Io non studio Giurisprudenza e ne intenderò mai farlo, ma ho una certa mania per la Costituzione.
Perché? Perché è ciò che sta alla base del nostro Stato, ed è alla base della nostra esistenza. E’ ciò che disciplina la nostra vita e la circonda di diritti, fortunatamente guadagnati, e doveri.

Oggi però non voglio annoiarvi parlando della nascita della Costituzione, la struttura e la suddivisione delle diverse tematica; oggi parliamo di qualcosa di recente, che riguarda tutti coloro che sono Cittadini Italiani e che sono maggiorenni o che lo diventeranno: la nuova leggere elettorale.
Come ben sapete, finalmente abbiamo una nuova legge elettorale in Italia, il Rosatellum, approvata dal parlamento, firmata e promulgata dal Presidente della Repubblica.

“Ma Cometa, cosa centra la legge elettorale con la Costituzione?”

Come ben sapete:

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

(Articolo 1, Costituzione Italiana)

Questo articolo è fondamentale (non a caso fa parte dei 12 Principi Fondamentali) perché da al popolo la capacità di esercitare la propria sovranità. Ma come?
Noi non governiamo lo Stato in prima persona, ma deleghiamo questo potere a qualcun’altro: a chi votiamo durante le elezioni.

Spesso però, in ambito di “elezioni” si fa un po’ di confusione.
Ora vi spiego.
Molte volte, mi è capitato di sentir dire, da coetanei e da gente più adulta di me, suddette parole:

“Il Governo è illegittimo, perché non voluto dal popolo!”
Oppure
“Si ma noi non abbiamo votato il Presidente del consiglio ed il Governo!”

Fermiamoci sulla seconda affermazione. Ovviamente noi non abbiamo votato nessun presidente del consiglio e nessun governo perché la nostra Costituzione NON LO PREVEDE.

noo.gif
Quando sentite dire questa eresia, non state zitti, ma rispondete a tono!

Questa affermazione è frutto di false affermazioni politiche giusto per far sì che la gente, che purtroppo non conosce la Costituzione, si indigni.  Io sfido chiunque abbia letto e studiato la Costituzione ad affermarmi il contrario, ad affermarmi che LA NOSTRA COSTITUZIONE definisce che è il POPOLO a votare GOVERNO e PRESIDENTE DEL CONSIGLIO.

Ma facciamo un passo indietro!


Lo Stato Italiano è una Repubblica Parlamentare.

Al parlamento è affidata una funzione, chiamata anche Funzione dello Stato. E’ una delle tre funzioni principali definite dalla teoria sulla Separazione dei Poteri, studiata da Montesquieu nel 1748.
Su cosa si basava questa teoria? Sul fatto che il potere dello Stato fosse frammentato in tre poteri: esecutivo, legislativo e giudiziario; per far sì che non ci fossero abusi.

“Chiunque abbia potere è portato ad abusarne; egli arriva sin dove non trova limiti […]. Perché non si possa abusare del potere occorre che […] il potere arresti il potere”.

Montesquieu

Semplicemente:

1394619691_parlamento-italiano1.jpg
Legislativo: fa le leggi.

 

governo
Esecutivo: esegue le leggi.
Magistratura (1)
Giudiziario: fa valere la legge e la amministra in nome del Popolo.

Soffermiamoci sul potere legislativo; esso è affidato al Parlamento, che in Italia è formato da due camere, non a caso si parla di Bicameralismo perfetto (alcune differenze, ma medesimi poteri).
Perché ci soffermiamo sul potere legislativo? Perché siamo noi Cittadini Italiani ad eleggere i nostri Parlamentari.
Quindi, poiché la legge elettorale riguarda come viene gestito il nostro voto, l’argomento ci tocca abbastanza.

Vi invito inoltre a leggere QUI gli articoli inerenti il Parlamento Italiano!

“MA QUINDI MI STAI DICENDO CHE NON VOTIAMO IL GOVERNO ECC ECC?”

yesjacknicholson.gif
Proprio Così.

Il potere esecutivo è affidato al Presidente del consiglio dei ministri e ai ministri.
Ma da chi vengono incaricati? E’ il Presidente della Repubblica che da la carica al Presidente del Consiglio, il quale proporrà ad esso i nominativi dei ministri.

Art. 92.

Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei ministri.

Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri.

Quindi è giusta l’affermazione:

“Non abbiamo scelto noi il Presidente del Consiglio che c’è in carica ed il Governo!”
E’ giusta perché la Costituzione prevede la suddivisione dei poteri in questo modo e prevede la loro formazione in altri.

Spero che questo articolo vi abbia aiutato a fare chiarezza qualora non c’è ne fosse e noi ci vediamo la prossima settimana!
Io sarò comunque attiva su Instagram e quindi da lì potrete stalkerizzarmi!

Ah, ovviamente, per chi se lo stesse chiedendo, il titolo era un titolo clickbait 🙂

La Cometa di Harley

 

Advertisements
Posted by:lacometadiharley

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s