Buongiorno Comete,
siamo finalmente a venerdì e la stanchezza della settimana inizia a farsi sentire.
Quanti sognano, come me, di poter dormire fino a tardi e di fare una miriade di cose divertenti?

large
Ma prima di lasciarvi al vostro fantastico weekend, oggi parliamo di un argomento sobrio: L’OLIO DI PALMA.

giphy (10).gif

Ormai leggere sui packaging di biscotti e dolciumi il “senza olio di palma” è diventata così d’abitudine che molti, tra cui me, non ci fanno più caso.
L’olio di palma viene ormai utilizzato da moltissimi anni, ma solo negli ultimi (forse 2 o 3) si è creato questo caos mediatico fatto di persone che demonizzano l’olio di palma a prescindere senza sapere nulla sull’argomento.
Questo vi dovrebbe far capire come la comunicazione sia  un’arma estremamente potentissima.

Piccolo_partecipa_a_Chi_vuol_esser_milionario
Anche Piccolo pensa che la comunicazione ha un’aura potentissima!

Ma dietro questo Olio di Palma cosa c’è? Verità o Menzogne?
Lo scoprirete solo leggendo!


Cos’è l’olio di palma?

L’olio di Palma è un olio vegetale costituito da trigliceridi con alte concentrazioni di acidi grassi, ricavati dalle palme da olio, principalmente Elaeis Guineensis ma anche da Elaeis Oleifera.

1200px-Elaeis_guineensis_MS_3467.jpg

Qui potrete vedere un esemplare di Elaise nome lunghissimo!

L’olio di palma veniva utilizzato per lo più nei paesi dell’africa occidentale come olio alimentare. Successivamente però, l’olio di palma, attrasse i britannici, i quali decisero di importarlo per utilizzarlo in saponi o come lubrificante per macchine durante la rivoluzione industriale.

Ma quand’è avvenuto il boom dell’olio di palma?

boom-2028563_960_720.png
Circa nel corso della seconda metà del XX secolo, e si diffuse soprattutto nell’industria alimentare.
Attualmente l’olio di palma, insieme a farina e zuccheri semplici, è tra i primi tre ingredienti utilizzati in prodotti dolciari e da forno.
Quello che non si sa è che l’olio di palma è anche materia prima nella formulazione di molti saponi, polveri detergenti, prodotti per la cura della persona; nonché come miscela all’interno del gasolio.
Nonostante ciò, il settore dove viene maggiormente utilizzato è quello alimentare.

Ma parliamoci chiaro: alzate le mani se anche voi vi siete schierati contro l’olio di palma in questa lotta!

16865373

Non c’è niente di male nel farlo; le opinioni sono importanti perché sono pensieri vostri  che derivano da ricerche e da informazioni dettagliate.
Ma ciò che è ancor di più importante è una prova scientifica. 
Quindi mi duole dirvi che NON ESISTE PROVA SCIENTIFICA CHE L’OLIO DI PALMA SIA NOCIVO IN QUANTITATIVI “NORMALI” IN PRODOTTI ALIMENTARI. 

52567c3c0c59c7ec5e8a28fe7b3220d7
OH. MA CHE ME STAI A DI!?

L’olio di palma viene utilizzato nell’industria alimentare, e nello specifico in torte, creme e dolci perché in confronto al burro e margarina, è un olio insapore, ha un costo basso e consente una conservazione maggiore dei prodotti.

Come ogni grasso saturo, bisogna saperlo dosare. Questo perché sia olio di palma, che burro e margarina se sovraddosati possono portare a malattie cardiovascolari e a problemi di salute; quindi ovviamente il troppo stroppia in ogni caso!

Cosa credete,  se vi beveste 1 litro di olio, non vi farebbe male?

– Cit. Prof di Comunicazione e Pubblicità

10867806
Anche l’alcol non è nocivo se bevuto al di sotto di un certo quantitativo! Non a caso i medici consigliano un bicchiere di vino rosso al giorno.

Se parliamo di alimentazione sana è ovvio affermare che qualsiasi grasso saturo è, se sovradosato, nocivo; ma se è controllato a dovere, e dosato a seconda del proprio fabbisogno giornaliero, non è assolutamente nocivo perché se così fosse anche burro, olio e margarina lo sarebbero.

“Ma Cometa la merendina della Ferrero è ovviamente poco salutare rispetto al dolce che preparo io con le mie mani!” 
Mmmh demonizzare la merendina perché contenente olio di palma, mentre affermare con certezza che la crostata piena di burro ed olio sia salutare è un po’ da arroganti. Non è l’uso in sè dell’olio di palma o di burro, ma il quantitativo!
(Ed ovviamente anni ed anni di ricerca e sviluppo buttati via perché la crostatina della mamma è la migliore a livello di nutrizione!)

giphy (11).gif
Ahhhhhhhhhh!

Ma perché, se non c’è una dimostrazione scientifica che regga l’argomentazione del “no all’olio di palma”, molte aziende di dolciumi scrivono sui propri packaging “senza olio di palma”? 

ù.jpg
Anche il nostro amato Granturchese è senza olio di palma!

Ahimè perché nella battaglia tra SI olio di palma e NO olio di palma, all’interno dell’opinione pubblica, è stata quest’ultima a vincere. Se l’opinione pubblica pensa che una determinata cosa sia errata, questa sarà così e non basteranno studi scientifici per smentirla.
Fanno parte dell’opinione pubblica sia Io, sia te che leggi, sia tutte le persone che ci circondano: anziani, genitori, adolescenti alle prese con le crisi ormonali, la mia gatta (no questa forse no!)

risata
Sono veramente simpatica!

Quindi davanti a ciò, cosa dovevano fare le aziende? Chiudere bottega perché l’opinione pubblica voleva togliere l’olio di palma, mentre loro volevano negargliela? Assolutamente no, si sono schierati dalla parte dell’opinione pubblica, perché è così che funziona il marketing: si da alle persone ciò che vogliono, si ascoltano i loro desideri ed i loro bisogni; e ciò che volevano le persone era quella scritta “SENZA OLIO DI PALMA”.

Spero che l’articolo vi sia interessato! Voi cosa ne pensate?
Sono estremamente curiosa di confrontarmi con voi e sapere la vostra! 🙂
Vi auguro un buon weekend e vi invito a stalkerizzarmi su Instagram per sapere cosa faccio durante le mie giornate meravigliose!

La Cometa di Harley

 

Advertisements
Posted by:lacometadiharley

7 replies on “Pillole di sapere: demonizzo anche io l’olio di palma?!

  1. Un po’ come la Mulino Bianco o Barilla che hanno lanciato la loro linea di prodotti senza glutine (ehi compratene tutti! senza glutine best dieta dimagrante evah!), cavalcando l’onda del trend, essendo aziende che si occupano di tutt’altro rispetto alle aziende che davvero producono solamente quel tipo di alimenti per persone che devono seguire necessariamente la ‘dieta’ senza glutine.

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s