Buongiorno Comete,
ormai aprile è incominciato, così come questa settimana.
Come avete trovato gli articoli della scorsa settimana? Vi sono piaciuti? Volete i Top e Flop di ogni mese, come quelli usciti lo scorso sabato?

giphy (39)
A me i Top e Flop piacciono molto…

Detto questo, oggi, MARTEDDI’ 10 APRILE, torno con un nuovo articolo tutto sul beauty e sul self-care, legato alle varie problematiche che possiamo riscontrare sul nostro viso.
Perché mi preme fare un articolo del genere? Prima di tutto perché non tutti hanno la fortuna di avere la pelle perfetta…

tenor (19).gif
A parte lei…Lei è perfetta. 

Secondo, perché sostanzialmente, nella cura del viso, non è solo importante tener conto della nostra tipologia di pelle al momento di un acquisto, ma anche delle problematiche che la nostra pelle può presentare nei momenti diversi della vita per poi poterle andare a curare.

giphy (38)
La faccia che fai quando ti guardi allo specchio e noti che qualcosa non va!

Per esempio, una pelle grassa può presentare rossori, così come una pelle secca o mista. Quindi questo articolo vi aiuterà nell’individuare la problematica che affligge il vostro viso in modo che possiate, a seconda della tipologia, andarla a curare o a limitare.

Ovviamente, non le vedremo tutte tutte nel dettaglio, ma affronteremo solo quelle più comuni.
Siete pronti? Iniziamo con questa “Guida Intergalattica per chi vuole scoprire che problematiche ha in faccia”!

GIF 1.gif
3…..2…..1….!

 


GRANI DI MIGLIO

Sono delle palline bianche antiestetiche dall’aspetto tondeggiante che spesso fanno la loro comparsa vicino al contorno occhi, sotto al naso o sulle guance. Non sono pericolose, sono solo orride.
Dall’aspetto possono assomigliare ai fibromi penduli (per gli amici: palline di carne cresciuta), ma non sono la stessa cosa.
I grani di miglio sono accumuli di cheratinociti, ovvero cellule principali che vanno a comporre l’epidermide, mentre i fibromi penduli sono escrescenze di cute.

Schermata-2018-03-05-alle-17.50.43.png
Questi sono i grani di miglio! Chiamati così perché assomigliano al miglio.

Questa problematica, che anche io ho, può derivare da:

  • fattore genetico (per esempio anche mia mamma e mia cugina li hanno);
  • mancata o inadeguata pulizia del viso;
  • applicazione di prodotti cosmetici inadeguati alla tipologia di pelle;
  • utilizzo di detergenti aggressivi o irritanti che sono andati a danneggiare il film idrolipidico (che protegge la pelle);
  • conseguenza all’esagerata esposizione ai raggi UV;
  • effetti collaterali in seguito ad alcune terapie di cortisone.

E tante altre ipotesi stipulate da parte degli esperti.
Ma passiamo alla parte più importante: come la si cura?
Io purtroppo ho sempre fatto parte di quelle persone che credevano che, avere “ste cose” in faccia, fosse una sfiga (perché in un modo o nell’altro sarebbe stato notato da tutti), e che non potessero essere curate in nessun modo: TE LE TENEVI EBBASTA.
Invece qualche mese fa l’illuminazione: quella che credevo fosse una cosa irrimediabile si è rivelata essere un qualcosa che può essere “curata”.

illumination.gif
Si possono curare?!?!?!

COME? Beh, andando dal dermatologo e facendoveli togliere. Attenzione, solo il dermatologo può eliminarli, questo perché è una procedura delicata: vanno bucati con ago sterile e spremuti per far uscire la pallina bianca. Ripeto però, solo un dermatologo può farlo; se la vostra estetista di fiducia sotto casa vi dice: “lo faccio io”, alzatevi da quel lettino e fuggite!

fuggite_sciocchi_mov.gif

COUPEROSE

Passiamo ad un’altra problematica: la Couperose. La copparosa, per gli amici, non è un disturbo patologico, ma è un disturbo cosmetico ed estetico che appare sul viso sotto forma di arrossamento intenso dovuto all’anomala dilatazione di piccoli vasi ematici, che dilatandosi creano un ristagno di sangue (che è l’arrossamento).

couperose.jpg

E’ un disturbo che colpisce per lo più le persone con età superiore ai 30 anni, di qualsiasi sesso; ma soprattutto può colpire quegli individui che hanno una pelle molto sensibile/sottile e quindi, facilmente irritabile.
Quali sintomi hanno chi presenta couperose? Striature rossastre a livello di zigomi-guance (principalmente) cronico oppure saltuario e sensazione di forte calore che si propaga specialmente in quella zona. Un campanello d’allarme può essere il fatto che passando da un ambiente freddo ad uno caldo, i rossori e le striature si incomincino a vedere, per poi scomparire dopo ore.
Ma se allora non è un disturbo patologico, non dev’essere curato? Assolutamente no. La couperose non può essere sottovalutata poiché se peggiorasse, porterebbe alla comparsa della rosacea, una tipologia di acne che in seguito all’infiammazione di follicoli piliferi, porta alla fuoriuscita di pustole e rossori.
Le cause della couperose? Sicuramente i fattori genetici contano, l’esposizione ai raggi solari, esposizione a cambiamenti repentini di agenti atmosferici (caldo, freddo o vento). Cosa si può fare? Allora non esistono rimedi cosmetici, che abbiano funzione terapeutica, perché la couperose è generata da fattori legati alla circolazione sanguigna, ma nel caso in cui alla couperose si aggiungessero pustole, beh in quel caso io andrei di corsa da un dermatologo!

auu.gif
Dermatologo: sto arrivando!

 

OCCHIAIE

Un’altro inestetismo comune è l’occhiaia segnata. Basta dormire poco, e tutti la vedranno lì il giorno dopo, con il suo bellissimo color violetto-scuro pronto a farci l’occhiolino.
L’occhiaia segnata è un inestetismo che colpisce qualsiasi individuo, di qualsiasi età e sesso; non è una patologia ma solo un qualcosa di antiestetico che va a modificare semplicemente il nostro viso, donando allo sguardo un non so che di malinconico o sofferente/malato.

occhiaie.jpg
“Mi stai dicendo che dovevo dormire ieri sera?!”

Spesso però le occhiaie vengono confuse con le borse, e questo porta all’usare prodotti sbagliati per problematiche diverse. Le borse sono una fuoriuscita di tessuto adiposo attraverso il tessuto muscolare attorno agli occhi che con il passare del tempo perde elasticità e si rilassa (in soldi spicci è una specie di rigonfiamento nella parte inferiore delle ciglia).

BORSE-SOTTO-GLI-OCCHI-2-1-e1458838263398.jpg
Queste sono le borse!

I trattamenti per occhiaie e borse sono diversi e magari un giorno li riprenderemo; ma parliamo di occhiaie: quali sono le cause?
Ovviamente il sonno mancato la notte precedente, a cui si va ad aggiungere:

  • Fattore genetico;
  • Ritenzione idrica o disidratazione;
  • Anemia e carenza di ferro;
  • Assottigliamento della pelle.

 

ACNE

Parliamo anche di acne? Si, l’acne è una malattia della pelle caratterizzata dall’infiammazione del follicolo pilifero e della ghiandola sebacea annessa che portano alla comparsa di brufoli, pustole, o cisti superficiali.

acne
Colpisce per lo più le spalle, il viso ed il petto di una persona di qualsiasi età e sesso (esistono diversi tipi di acne: acne neonatale oppure acne adolescenziale, oppure acne estiva).
Con acne però non si intende i brufoletti sparsi sul viso oppure l’avere qualche punto nero, l’acne è un qualcosa di cronico, è una malattia generata da un’infiammazione.
Cosa bisogna fare? CORRERE VELOCISSIMAMENTE DAL DERMATOLOGO, perché stiamo parlando di un infezione, che con cure fai da te probabilmente non si farebbe che peggiorare la situazione. I fattori scatenanti? Anche qui la genetica, fattori ormonali, infettivi, alimentazione scorretta, cattiva igiene oppure fattori psicologici.
In ogni caso la cosa migliore è: andare dal dermatologo.

RUGHE

Ahi, Ahi, la ruga è un qualcosa da cui non si può scappare: il naturale invecchiamento della pelle è normale, non lo si può contrastare, ma solo rallentare.

 

Zampe-di-gallina-linea-e-%22codici-a-barre%22-tutte-le-rughe-delle-star-FOTO.jpg
Neanche la bellissima Julia Roberts, può sfuggire alle rughe. 😦

Le cellule della pelle, ad un certo punto (quando si inizia ad invecchiare), diminuiscono la loro attività e subiscono danni e alterazioni che portano alla conseguente perdita di elasticità della pelle, idratazione, tonicità e compattezza cutanee. Quando arriviamo ad una certa età (già ai 30 anni), la nostra pelle inizia ad invecchiare perché il rinnovamento cellulare, che prima era più veloce e giovincello, ora tende a rallentare.

neo_dodges_the_bullet.gif
Come nella famosissima scena slow motion di Matrix!

Per quanto riguarda le rughe, per non farci mancare nulla, ne abbiamo di diverse tipologie: rughe d’espressione, favorite dall’utilizzo della mimica facciale e dalla contrazione dei muscoli (zampa di gallina); rughe da sonno, che compaiono a causa di una particolare posizione assunta nel sonno con il viso; rughe attiniche, provocate dall’esposizione ai raggi ultravioletti, che portano alla comparsa del foto invecchiamento; e così via.
Come posso contrastarle? Non puoi fermare l’invecchiamento, ma ci sono alcune cose che possono essere evitate: eccessivo utilizzo di alcool, stress, troppa esposizione alle radiazioni solari o ad agenti chimici aggressivi. In passato, inoltre si diceva alle donne, per non far comparire le rughe, di non accennare a nessuna mimica facciale: il viso doveva rimanere sempre disteso.

stu
“Mi stai dicendo che non potevano ridere?” Già.

Per oggi abbiamo finito! Lo so… ho buttato un po’ di carne al fuoco, ma voglio solamente capire a cosa siete interessati: quali di queste problematiche vorreste che io approfondisca?
Fatemelo sapere!
Ci vediamo, mercoledì con un nuovo articolo tutto per gli amanti Markettari e non!

La Cometa di Harley

Advertisements
Posted by:lacometadiharley

One thought on “GUIDA INTERGALATTICA PER LE PROBLEMATICHE DEL VISO.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s